Chronixx @ One Love World Reggae Festival 2016

“BRING YOUR LIKKLE PICKNEY ‘CA MI LYRICS DEM CLEAN”

Da sempre per stile e nostri gusti musicali il comune denominatore dei componenti di Northern Lights sound è stato lo stile rub a dub, c’è chi era in fissa con il roots e il dub e chi con la dancehall, ma il rub a dub di fine 70 e degli anni 80 era una costante delle dancehall di Northern Lights nella sua prima decade.

La prima generazione di Northern Lights è passata attraverso i Morgan Heritage e Junior Kelly e l’avvento del modern roots (vedi “new roots”), per poi “endorsare” il messaggio di Richie Spice e la sua dirompente”earth a run red” (ripescata da una uscita in sordina 7 anni prima); ci fu poi il periodo cupo e scuro senza melodie al quale è seguito l’arrivo in sordina di Tarrus Riley e Romain Virgo e piano piano oltre al lover’s rock, anche grazie a pezzi come “ghetto life” di Pressure e l’arrivo di Alborosie sul mercato internazionale, si è tornata ad ascoltare lo stile “rub a dub”.
Sono ormai passati 3 anni dalla sua prima volta in Italia, unica data fu a Roma, ora l’unica data italiana del suo tour è prevista al One Love World Reggae Festival 2016. Si parla di “reggae revival” in tutto il mondo e Chronixx oltre a essere l’esponente più alto di suddetto stile è sicuramente il “big thing” del modern reggae degli ultimi anni.
(Chronixx recording “here comes trouble” for Northern Lights sound, dub session in Roma, 2013) 

6x3OneLoveDEFDEF_lowL’appuntamento è al Camping Girasole dal 20 al 24 luglio per la quarta edizione del One Love World Reggae Festival che oltre a Chronixx vedrà esibirsi artisti del calibro dei vincitori del grammy award (come miglior album reggae 2016) Morgan Heritage,  il cantante dei Groundation Harrison Stafford & The Professor Crew (un “all-star” storico che vede insieme muscisti del calibro di Leroy “Hoursemouth” Wallace alla batteria e Errol “Flabba Holt” Carter al basso!!!), la storica band inglese Aswad, il versatile dj inglese Gappy RanksJesse Royal (altro talento promettente ed esponente del “reggae revival”) l’incredibile voce di Etana ma anche esponenti della scena reggae italiana come gli storici Sud Sound System, il “young lion” Lion D & Bizzarri crew, e il veterano Fido Guido da Taranto.


 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *